Rabia bronzo agli Italiani Assoluti

DSC_0270Rabia sul podio al Campionato Italiano Assoluto per il terzo anno consecutivo! Spettacolare la “finalina” per la medaglia di bronzo con il compagno di squadra Andrea Bortolotti, all’esordio nella categoria… Complimenti!

visita la pagina personale di Rabia!

DSC_0005

Breve cronaca del Campionato Italiano:

Erano ben dodici gli atleti della Karate Genocchio iscritti all’edizione 2015 del Campionato Italiano Assoluto, la gara federale più importante dell’anno riservata ad atleti agonisti cintura nera d’età compresa tra i 18 ed i 35 anni ed organizzata a Torino nel weekend centrale di febbraio; nove provenienti dalle qualificazioni regionali e tre qualificati di diritto in quanto classificati nei primi cinque posti allo stesso campionato nazionale del 2014.

A causa di infortunio, tuttavia, solo in dieci si sono presentati ai nastri di partenza: Diego Pezzotti e Debora Manini non sono riusciti a recuperare in tempo ed hanno dato forfait.

 Le maggiori aspettative erano poste nel giovane Rabia Jendoubi, che anche quest’anno non ha deluso le attese ed è salito sul podio per il terzo anno consecutivo: Rabia, classe 1995, era  tra i più giovani atleti in gara ma anche tra i più temuti per via del suo estro fuori dal comune ed ha conquistato la medaglia di bronzo nella 67 kg dopo una sola battuta d’arresto in semifinale con il salernitano De Vivo; l’incontro, molto avvincente e di altissimo livello, purtroppo è stato condizionato nel minuto finale dai crampi di Rabia dovuti ad una cura antibiotica nei giorni precedenti.

Grande prestazione comunque contro avversari molto quotati ed esperti, a conferma della sua classe cristallina.

 La sorpresa della giornata è stata l’esaltante cammino di Andrea Bortolotti, non ancora diciottenne, al debutto nella categoria: dopo la prestigiosa medaglia d’oro conquistata a fine gennaio in Austria, Andrea ha ricalcato lo stesso percorso di Rabia, con cui si è scontrato nella finalina per il bronzo; per lui quinto posto e medaglia di legno, ma quantomeno con in tasca la qualificazione diretta agli Assoluti 2016.

 Buone le prestazioni offerte da Diego Fisogni (67 kg) e Claudio Bertelli (75 kg), che hanno superato alcuni turni prima di arrendersi, mentre Michael Ghirardi (60 kg), Claudio Averoldi (67 kg), Enzo Mariottini (75 kg), Luca Vezzoli e Alex Parini (84 kg), e Andrea Garibotti (+94 kg) si sono fermati al primo turno.

 Questo il commento di Mauro Genocchio, direttore tecnico della scuola: “Sono molto soddisfatto per la conferma sul podio di Rabia e per l’exploit di Andrea, mentre dagli altri sinceramente mi aspettavo qualcosa in più. Purtroppo gli studi universitari e le varie attività lavorative hanno pregiudicato la preparazione di questi ultimi mesi, preparazione che, per alcuni, non è stata proprio affrontata. Spero che presto si possa trovare un equilibrio migliore tra studio, lavoro e allenamento per far tornare tutti al livello che gli compete”.

 Così il presidente Franco Genocchio: “Quest’anno, vista la distanza abbordabile da Torino (l’anno scorso gli Assoluti erano a Siracusa…), abbiamo organizzato la trasferta in pullman per consentire ai giovani agonisti ed ai tecnici di seguire da vicino la gara più importante dell’anno; è stata una bellissima esperienza e speriamo che le emozioni provate siano trasmesse sul tatami in termini di entusiasmo e determinazione”.

DSC_0038

Una gallery panoramica dal PalaRuffini di Torino

 

 

 

Il nostro arbitro mondiale Ahmed dirige la finale del campione del Mondo Stefano ManiscalcoDSC_0220

 

 

 

DSC_0204

© Karate Genocchio