IX Croatia Cup

Karate Genocchio: trionfo alla Croatia Cup

L’edizione 2012 della “Croatia Cup”, giunta alla nona edizione ed ormai inserita stabilmente nel calendario internazionale di molte federazioni europee, è stata organizzata a Rijeka nell’ultimo weekend di febbraio ed ha visto la partecipazione di parecchie delegazioni italiane tra cui i bresciani del Karate Genocchio, rappresentate nell’occasione da due soli atleti, Emilio Vezzoli e Rabii Jendoubi, accompagnati dal Maestro Franco Genocchio di Rovato.

Vezzoli e Jendoubi, sedicenni entrambi residenti a Castrezzato, sono partiti con le migliori aspettative visti i prestigiosi risultati già raggiunti nonostante la giovanissima età, con varie presenze ufficiali nella Nazionale italiana giovanile e la partecipazione a Campionati Europei e Mondiali.

La prima categoria che li vede protagonisti è la “Under 16″, dove Emilio è iscritto nei pesi massimi mentre Rabii nella 63 kg; per entrambi tre incontri meravigliosi e tre vittorie nette: è medaglia d’oro!

Ma la gara non è finita: il regolamento croato, infatti, prevede la possibilità di inserire gli atleti nella categoria d’età immediatamente superiore, quantomeno per aumentare il bagaglio d’esperienza.

I nostri ovviamente non si fanno scappare l’opportunità ed il Maestro Franco li ripresenta ai nastri di partenza nella classe “Under 18″.

Le prime differenze emergono subito: gli atleti sono più esperti e smaliziati, più forti fisicamente e più determinati, ma i nostri due ragazzi sono in giornata super e cercano di vendere cara la pelle!

Rabii, un autentico fuoriclasse, si fa notare alla platea internazionale per la grande capacità tecnica che, unita ad un acume tattico invidiabile ed alla straordinaria voglia di vincere, lo porta di nuovo sul gradino più alto del podio dopo quattro bellissimi incontri.

Anche Emilio si esprime benissimo e resiste fino alla finale dove, in vantaggio per due a zero, a pochi secondi dal termine si fa sorprendere da una tecnica di gamba circolare che vale tre punti ed il match termina tre a due, conquistando comunque una preziosissima medaglia d’argento.

A questo punto il maestro Genocchio viene consultato dalla giuria per iscrivere i propri atleti ad una ulteriore prova, la gara a squadre, e l’invito viene accettato valutando che ci sarebbero da disputare solo due incontri; così i due bresciani, seppur in carenza di energia si rimettono in gioco con l’inserimento in squadra del cremonese Alessandro Ranzetti.

La responsabilità del numero uno tocca a Rabii, poi riconosciuto il migliore atleta di tutta la competizione, ed è subito uno spettacolare nove a zero! Tocca poi ad Emilio col numero due, vittoria per sei a zero; a questo punto il terzo elemento non viene neppure schierato.

Nella finale si lascia per ultimo Emilio e riparte per primo Rabii , risultato otto a uno, poi tocca a Ranzetti che deve lottare ma vince sette a cinque, ed è l’ennesimo oro è della giornata!

Al termine dell’estenuante giornata, soddisfatti per la grande prestazione e per l’importante esperienza acquisita, verso le ore 22 il team lascia il palazzetto dello sport e la città di Rijeka per tornare in patria.

(dal sito www.rovato.org)

© Karate Genocchio